Analisi SWOT: cos’è, come si fa e un esempio [+ TOWS Analysis]

Analisi SWOT

L’analisi SWOT è uno strumento di pianificazione strategica adatto a chiunque abbia un progetto imprenditoriale (startup o azienda) già avviato o da avviare.

Leggi questo articolo per scoprire i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce della tua impresa.

Scopriamo l’analisi SWOT!

 

Cos’è l’Analisi SWOT?

L’analisi SWOT, acronimo di Strengths, Weaknesses, Opportunities, e Threats (forze, debolezze, opportunità e minacce), è una matrice che aiuta un’azienda ad identificare i quattro elementi e l’aiuta a capire come sfruttarli strategicamente.

Per farlo bisogna innanzitutto distinguere due fattori a cui le startup/aziende sono esposte:

  • fattori interni –> controllabili;
  • fattori esterni –> incontrollabili.

Questa distinzione ci serve in particolare per riconoscere meglio i quattro elementi di cui è composta la matrice SWOT:

  • I punti di forza e di debolezza sono interni e quindi controllabili, puoi esercitare su di loro un controllo e nel caso anche modificarli o migliorarli.
  • Le opportunità e le minacce sono esterne, ovvero incontrollabili.

 

Perché fare un’analisi SWOT

analisi swot

Come abbiamo già accennato l’analisi SWOT può essere usata in svariati ambiti. È utile sia per organizzazioni a scopo di lucro che non, per analizzare se stessi ma anche per validare una nuova idea di business. In particolare, per cosa puoi usare questo strumento?

  • Sviluppo di una strategia
    Può essere usata per definire una strategia. Analizzando i fattori esterni e quelli interni puoi valutare se sia meglio percorrere una strategia aggressiva oppure difensiva. La prima è consigliata quando c’è una forte relazione tra i punti di forza e le opportunità, la seconda, al contrario, quando c’è una forte interazione tra debolezze e minacce.
  • Abbinamento e conversione
    Un’altra via è il processo che in inglese si chiama Matching and Converting, ovvero abbinamento e conversione. L’abbinamento è un metodo per identificare i vantaggi rispetto alla concorrenza correlando le forze con le opportunità, mentre la conversione consiste nel trasformare le debolezze o le minacce in forze o opportunità, e se questo non risulta possibile, per lo meno minimizzarle. Per esempio cambiare il mercato è una strategia di conversione.
  • Marketing
    Può anche essere usata per analizzare il competitor della tua startup. Analizzando i suoi punti di forza, le sue opportunità, le sue debolezze e le sue minacce è possibile stabilire una strategia andando proprio a colpire i suoi punti deboli e magari cercare delle strade per aggirare i suoi punti di forza.
  • Calcolo del rischio (Risk Management)
    Puoi definire i rischi che la tua startup corre:
    • Rischi positivi: tutte le opportunità individuate.
    • Rischi negativi: tutte le minacce identificate.

È importante ricordare che per ogni nuova identificazione del rischio è necessario definire strategie in cui è possibile utilizzare i punti di forza e le opportunità per ridurre al minimo i punti deboli ed evitare le minacce.

 

Come fare l’analisi SWOT

analisi swot

Prima di tutto bisogna prepararsi a fare brainstorming. Coinvolgi i membri del tuo team (ovviamente se non ne hai uno puoi procedere assieme al tuo co-founder o anche da solo 🙂).

Chiamare in causa i propri collaboratori (che siano tutti o solo quelli di un determinato settore) ti permetterà di raccogliere idee e prospettive diverse dalla tua.

Successivamente prendi la matrice e, esaminando un quadrante alla volta, si apre una discussione sull’aspetto preso in considerazione e si raccolgono tutte le idee che vengono in mente (solo successivamente si scremeranno).

Il modello può avere diverse forme e dimensioni, solitamente viene raffigurato attraverso un quadrato grande con al suo interno quattro quadranti.

analisi SWOT

Analizziamo allora ciascun quadrante, partendo dai fattori interni.

 

Fattori interni: Strenghts & Weaknesses

I punti di forza sono gli aspetti positivi da valorizzare. I punti di debolezza sono tutti gli altri che invece non funzionano.

Esamina quindi:

  • Risorse umane (ruoli, dipendenti, processi organizzativi);
  • Risorse finanziarie (reddito, bilancio);
  • Risorse fisiche (materie prime, attrezzature);
  • Brevetto, marchio etc..

Essendo questi fattori interni (e quindi controllabili) ti sarà relativamente facile identificarne i problemi e trovargli una soluzione.

Rispondi quindi a queste due domande:

  • Strenghts: “Chi o cosa all’interno della tua organizzazione fa la differenza e rende il tuo servizio/prodotto davvero imbattibile?”
  • Weaknesses: “Chi o cosa all’interno della tua organizzazione rende difficile o rallenta i processi aziendali?”

 

Fattori esterni: Opportunities & Threats

Passiamo ora ai fattori esterni che ricordiamo essere incontrollabili: opportunità e minacce.

Le opportunità sono ipotetiche situazioni che potrebbero portare un vantaggio competitivo sulle altre realtà.

Le minacce possono invece danneggiare la tua attuale posizione sul mercato.

Per esempio:

  • Politica (regolamenti ambientali ed economici);
  • Tendenze economiche;
  • Tendenze di mercato (progressi tecnologici, cambiamenti nelle esigenze);
  • Rapporti con gli stakeholder

In questo caso bisogna essere bravi ad individuare quali sono le “opportunities” e le “threats” per cogliere le prime e contrastare le seconde.

Se non ti dovesse essere ancora chiaro guarda questo video:

Esempio di analisi SWOT

Come detto la prima cosa da fare è identificare l’obiettivo. In questo caso il lancio sul mercato di un nuovo prodotto.

L’azienda è presente da 10 anni sul mercato, vanta un brand affermato grazie ai prodotti precedenti. Hanno a disposizione diverse risorse finanziare che garantiscono una certa stabilità d’esercizio.

D’altro canto però sono carenti di personale in alcuni reparti, in particolare quello di ricerca e sviluppo, indispensabile per trovare i nuovi materiali ecosostenibili con cui produrre il prodotto.

Punti di Forza Punti di Debolezza
  • Presenza solida
  • Riconoscimento del brand
  • Risorse finanziarie
  • Mancanza di personale
  • Attrezzature non pronte
  • Poca ricerca e sviluppo

Nel 2019 diverse aziende hanno provato a collocarsi all’interno del mercato con prodotti simili arrivando a conquistare delle buone posizioni grazie a delle barriere all’ingresso non troppo elevate.

Alcune materie prime utili alla costruzione del prodotto hanno avuto un incremento di prezzo, mentre alcune stanno pian piano scomparendo per dare spazio a sostituti meno inquinanti.

Il mercato nell’ultimo biennio ha dimostrato di tendere verso un’economia più sostenibile e attenta all’ambiente e l’azienda ha da sempre promosso queste iniziative.

Minacce Opportunità
  • Nuovi competitor
  • Aumento prezzi materie prime
  • Scomparsa di materiali inquinanti
  • Tendenze di mercato verso un’economia attenta all’ambiente
  • Nuovi materiali meno inquinanti

Considerazioni: si potrebbe in primis pensare di investire nel personale o nella formazione dello stesso ma per affrontare i fattori esterni, un punto di svolta potrebbe essere ricercato nel team di ricerca e sviluppo che potrebbe così sperimentare e studiare i nuovi materiali con meno impatto ambientale, ridurre la minaccia dell’aumento dei prezzi di alcuni o della scomparsa di altri.

Infine il posizionamento e l’attenzione dedicata all’ambiente, come punto di forza, potrebbero cogliere l’opportunità che le nuove tendenze di mercato stanno offrendo facendo si che i competitor incontrino un ulteriore ostacolo.

 

Template di Analisi SWOT in PDF

Sei alla ricerca di un template analisi SWOT in pdf? Clicca qui per scaricarlo.

 

Dalla analisi SWOT alla TOWS analysis

Ottimo, hai raccolti tutte le tue forze, le tue debolezze e hai analizzato opportunità e minacce. Ora cosa devi fare? Semplice, la TOWS Analysis.

Ti aiuta a stabilire le connessioni tra ogni quadrante della tua analisi SWOT e quindi a creare strategie utilizzabili.

Ma come si fa una TOWS analysis? Unendo:

  • Punti di forza con Opportunità: usa i tuoi punti di forza interni per sfruttare le opportunità.
  • Punti di forza con Minacce: usa i tuoi punti di forza per ridurre al minimo le minacce.
  • Debolezze con Opportunità: migliora i punti deboli sfruttando le opportunità.
  • Debolezze con Minacce: lavora per eliminare i punti deboli per evitare minacce.

Ecco come fare un’analisi TOWS:

analisi tows

Man mano che riempirai ciascun quadrante, sarai in grado di definire strategie attuabili.

 

Adesso sei pronto per fare la analisi SWOT per la tua startup/progetto, in bocca al lupo!

close

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca

search