Charity Wall: la startup che traccia le donazioni agli enti no profit

 In Intervista alla startup
charity wall luca busolli

Ha fondato tre startup, due abbandonate durante il percorso, ha capito gli errori commessi, ha preso in mano la sua vita e si è licenziato per dedicarsi completamente alla sua nuova idea: questa è la storia di Luca Busolli.

In questa intervista potrete scoprire le sue motivazioni, cos’è Charity Wall e quali sono gli obiettivi.

Argomenti:

00:18: Raccontaci chi sei e cos’hai fatto prima di fondare la tua startup.

1:21: Charity Wall è la tua prima startup?

2:23: Queste startup sono ancora attive o no?

2:53: Quindi gestivi le startup come secondo lavoro?

3:06: Eri da solo a gestirle?

3:27: Luca parla dei motivi per cui le prime due startup non sono proseguite

4:58: Luca parla dell’evoluzione del mondo startup in Italia negli ultimi 10 anni

7:09: com’è nata l’idea di Charity Wall?

8:02: Cos’è Charity Wall

8:37: come pensate di far conoscere il percorso delle donazioni?

10:13: in che fase siete con la startup?

11:00: quali sono gli obiettivi per il 2019?

12:15: hai mollato l’altro lavoro o porti avanti entrambi i progetti?

12:55: Luca ragiona sulla difficoltà di licenziarsi, il fatto di spiegarlo alla famiglia e la coscienza che bisogna sviluppare per scegliere la cosa che pensiamo ci possa dare più soddisfazione

16:35: I consigli per i giovani che hanno un’idea e vogliono fondare una startup

Charity Wall Luca Busolli

Luca Busolli è CEO & Founder della startup italiana Charity Wall.

Scopri qui altre interviste ai fondatori di startup italiane.

Alla prossima startup!

Post recenti
Comments
  • Roberto Benedetti

    Un progetto di eccellenza, certificare il percorso delle donazioni è essenziale

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca