Come validare un’idea di business: guida completa

 In Risorse per startup
validare un'idea di business

Se avere un’idea per una startup è il primo passo che ogni startupper deve compiere per fondare la sua impresa, validare un’idea è il processo che viene subito dopo ed è altrettanto importante.

D’altronde è normale, prima di investire i propri risparmi, chiunque cercherebbe di capire se ne valga davvero la pena. Ecco quindi che per ridurre il rischio di fallimento è utile validare l’idea di business. In questa guida scoprirai cos’è la validazione di un’idea e come farla con esempi.

 

Cosa vuol dire validare un’idea di business?

Validare un’idea di business è il processo tramite cui si testa e si convalida la coppia cliente-problema e la propria soluzione prima di lanciare sul mercato il prodotto o il servizio finale, ossia si capisce se i potenziali clienti percepiscono un determinato bisogno e sono disposti a pagare per la soluzione che vuoi proporre.

La validazione dell’idea include diversi passaggi: dai questionari e le interviste per la raccolta di informazioni alle landing page sul Web per testare per la prima volta la soluzione. Tutto questo con lo scopo di esporre l’idea al pubblico e sondarne l’interesse prima di creare e rilasciare il prodotto finale.

Ma perché dovresti perdere tempo a validare la tua idea? In breve, contrariamente a quello che potresti pensare, ti farà risparmiare un sacco di tempo e denaro e ti farà ridurre il rischio di fallimento, oltre a generare potenziale interesse verso la tua soluzione.

Tramite il processo di validazione di un’idea eviterai di sviluppare un prodotto a cui nessuno è interessato. Al contrario se riuscirai a confermare la sua efficacia, raccoglierai numerosi feedback che ti aiuteranno a definire il miglior prodotto o servizio possibile in base alle esigenze dei tuoi futuri clienti. In poche parole per quanto sia comprensibile il desiderio di lanciare subito sul mercato il frutto della tua creatività, prendersi il tempo per validarlo sarà sicuramente una vittoria e un passaggio da non sottovalutare né evitare.

 

Le fasi della validazione di un’idea

Validare un’idea è un processo che possiamo suddividere in due fasi. La prima consiste nella validazione della coppia cliente-problema e la seconda nella validazione della soluzione.

Entrambe le fasi sono molto importanti e non trascurabili.

Nella prima fase, quella della validazione della coppia cliente-problema, dovrai verificare la reale presenza del problema ma soprattutto dovrai assicurarti che le persone affette da quel problema siano anche in cerca di una soluzione e siano disposte a pagare. Infatti se il problema esiste, potrebbe essere secondario per la maggior parte delle persone e semplicemente si accontentano della loro situazione attuale. Se invece stanno disperatamente cercando una soluzione al problema possiamo dire che sei sulla buona strada, anzi ottima, perchè staranno fremendo per pagare un servizio che possa risolvergli questo problema.

Nella seconda fase dovrai validare la tua soluzione. Devi capire se l’idea che hai avuto è davvero la soluzione migliore che i consumatori stanno cercando. Se così non fosse lavoreresti sullo sviluppo di qualcosa che non avrà mai successo.

Ora che hai compreso questa importante differenza tra la prima e la seconda fase della validazione di un’idea andiamo più nel dettaglio di entrambe e vediamo di definire quali sono i passaggi fondamentali da non trascurare.

 

Fase 1: valida la coppia cliente-problema

validare un'idea cliente problema

Ti si è appena accesa una lampadina, hai avuto un’idea brillante e rivoluzionaria che finalmente porrà fine al tuo problema. Ogni giorni vivevi quella difficoltà ma ora basta, hai trovato la soluzione. Però giustamente pensi che quella soluzione potrebbe essere utile a molte altre persone nella tua stessa situazione. Sei però sicuro che il tuo problema sia così impellente anche nella vita di molti altri?

Questa è la domanda che devi porti per validare la coppia cliente-problema, la prima fase della validazione di un’idea di business. Vediamo ora come fare a dimostrare che il tuo problema è anche quello di molti altri.

 

Compila la Javelin Board

La Javelin Board è lo strumento con la S maiuscola per validare la tua idea e la coppia cliente-problema in un’ottica Lean, ovvero ascoltando il mercato, recependo i feedback e muovendosi di conseguenza.

Non devi avere paura di scoprire che il problema che hai identificato non sia come te lo immaginavi. L’eventuale fallimento che deriva dall’analisi che stai conducendo è inevitabile per raggiungere il successo in futuro. Pensa anche solo che tramite la Javelin Board potresti scoprire sfaccettature del problema che prima neanche avevi preso in considerazione e che potrebbero allargare il tuo campo d’azione.

La Javelin Board è quindi estremamente importante per validare un’idea di business ed è composta da:

  • Cliente;
  • Problema;
  • Assunzioni rischiose;
  • Soluzione;
  • Criterio di successo.

Tramite l’unione di questi piccoli ma importanti aspetti trarrai delle conclusioni che definiranno il futuro della tua idea.

Per sviluppare la tua Javelin Board leggi questo articolo: Javelin Board, cos’è e come usarla.

 

Definisci le tue Buyer Personas

Un altro passaggio importante nella validazione di un idea e soprattutto della coppia problema-cliente è la carta d’identità del prototipo del tuo cliente, ossia le tue buyer personas. Magari non sai il suo nome e il suo cognome ma tutto il resto devi conoscerlo.

Il tuo obiettivo è riconoscere le abitudini e le preferenze d’acquisto che i tuoi clienti tipo hanno. Per esempio:

  • Aspetti negativi: tutto ciò che non sopporta;
  • Paure: cosa lo spaventa e lo allontana;
  • Bisogni: cosa realmente vuole e sta cercando;
  • Aspetti positivi: cosa lo rende felice;
  • Sogni e speranze: cosa vuole ottenere e quali sono i suoi obiettivi.

Una volta che definisci tutti questi elementi ti è più facile capire cosa non può assolutamente mancare alla tua idea e cosa invece deve essere eliminato per non spaventare potenziali clienti. Capire quali sono i suoi bisogni e le sue difficoltà è il modo più semplice per capire se il problema che vorresti risolvere è davvero presente, così da validare la tua idea.

 

Parla con i clienti attraverso questionari e interviste di validazione

Il modo forse più diretto per validare la coppia cliente-problema non può che essere quello di fare delle interviste di validazione a coloro che ritieni essere nel tuo target. Certo potrebbe non essere semplicissimo trovare persone disposte a rispondere alle tue domande, però avrai dei feedback sicuramente più genuini su cui lavorare. E non dimenticare che anche la mamma può darti degli spunti utili, se sai però farle le domande giuste, guarda questo video per sapere come.

Oltre alle interviste, puoi fare anche un questionario di validazione. Preparare una sequenza di domande che puoi condividere con i tuoi amici e familiari ed ottenere risposte su un più ampio campione di soggetti. Il questionario ti è particolarmente utile se il tuo target di persone da intervistare è poco definito. Attraverso il questionario potrai “sparare nel mucchio” per trovare le persone giuste da intervistare, in base a come risponderanno al questionario.

Sia nel questionario che nelle interviste ricordati che il tuo obiettivo in questa fase è capire se la persona ha un problema/bisogno da soddisfare, quanto questo problema è sentito e come si comporta di fronte al problema. Non chiedergli se comprerebbero il tuo prodotto! Ti daranno risposte fuorvianti e non è quello che vuoi esaminare in questa fase.

 

Compila il problem-solution Fit Canvas

Il nome dice più di tante parole. Si tratta del framework nato proprio con lo scopo di validare la coppia problema-soluzione, con l’obiettivo di offrirgli la miglior soluzione possibile. Il Problem Solution Fit Canvas è infatti suddiviso in tre parti: la prima dove si definisce il cliente tipo, la seconda dedicata al problema e la terza alla soluzione.

Per tutte le istruzione sulla compilazioni leggi questo articolo: Problem-Solution Fit Canvas, come si usa.

 

Fase 2: valida la soluzione

validare un'idea soluzione

Una volta che hai validato la coppia cliente-problema, sei sicuramente ad un buon punto di tutto il processo di validazione di un’idea. Tuttavia, manca l’ultimo tassello, ora devi validare la soluzione. Perchè se è vero che molte persone soffrono del problema che hai individuato magari la soluzione che hai concepito non è quella più funzionale alle loro esigenze.

Ecco perché questa fase di validazione di un’idea di business è tanto importante quanto quella precedente e non deve essere trascurata. Vediamo quindi tutti gli strumenti che possono venire in tuo aiuto nella validazione della soluzione.

 

Definisci la tua Unique Value Proposition

Partiamo dalla definizione della Unique Value Proposition. Molto intuitivamente si tratta della proposta unica e di valore che la tua startup è in grado di offrire alla cliente ed è ciò che ti differenzia dalla concorrenza.

Riuscire ad essere ricordati dagli utenti per una startup, ma anche per qualsiasi altra impresa, è un obiettivo primario, appena penseranno ad un problema dovranno già avere in testa voi come soluzione correlata. Per fare questo devi lavorare su di una proposta unica e inimitabile che sbalordisca il cliente nella sua interazione con il tuo prodotto/servizio.

Tuttavia riconoscere l’Unique Value Proposition non è sempre così facile e immediato, per questo esiste uno strumento, un framework per l’esattezza, dal quale ottenere tutte le risposte alle domande che stai cercando, sto parlando del Value Proposition Canvas. Abbiamo scritto questo articolo per guidarti nella sua compilazione: Value Proposition Canvas, cos’è e come usarlo.

 

Stabilisci le tue 4P del marketing

Alla base della validazione di un’idea e in particolare del prodotto non possiamo che porre le 4P del marketing. Si tratta di quattro pilastri che devono essere necessariamente stabiliti e calibrati in funzione della tua startup, del settore che vuoi aggredire, delle particolarità del mercato e del prodotto/servizio.

Le 4P del marketing sono delle variabili controllabili con le quali puoi stabilire le strategie per raggiungere gli obiettivi prefissati. Queste variabili sono: product, price, place e promotion.

Scopriamole più da vicino:

  • Product: è quello che tenterai di vendere ai tuoi clienti ed è la base su cui fonderai la tua strategia di marketing. Cerca di capire come differenziarti dai competitor, quali sono i loro punti di forza e di debolezza e quindi agisci di conseguenza.
  • Price: determinare il prezzo di vendita non è facile, devi tenere conto della produzione, della distribuzione ma anche del posizionamento. Un giusto prezzo è un forte mezzo per migliorare la percezione che il cliente ha verso il prodotto e il brand;
  • Place: una volta terminato lo sviluppo del prodotto e deciso il suo presso devi stabilire dove può essere acquistato. Online? Offline? Oppure entrambi i posti?
  • Promotion: ora non ti resta che decidere come promuovere il tuo prodotto o il tuo servizio. In base a cosa sceglierai determinerai la buona riuscita di tutta la strategia di marketing.

 

Effettua uno Smoke test

Quando i programmatori informatici devono valutare l’efficacia di un software fanno uno Smoke Test. Nel mondo startup uno Smoke Test viene usato per validare un’idea proprio testandola e valutandone la sua efficacia attraverso un primissimo test, solitamente molto basico, composto da una landing page, ossia una pagina web in cui mostri il tuo prodotto o servizio.

Per fare questo si fa credere ad un potenziale lead che il prodotto sia già disponibile sul mercato per verificare il suo reale interesse. Importante in questo processo è definire preventivamente gli obiettivi che si vogliono raggiungere tramite delle metriche precise.

Per scoprire come fare questo test leggi il seguente articolo: Smoke Test, cos’è e come farlo per la tua startup.

 

Costruisci un MVP (Minimum Viable Product)

Un altro metodo di validazione dell’idea e del prodotto che però necessita di più tempo e risorse è il Minimum Viable Product. Potremmo pensare al MVP come una sorta di prototipo del prodotto o servizio che si vuole mettere in vendita. Tuttavia, l’MVP non è un vero e proprio prototipo.

In realtà può anche essere solo un video dimostrativo con il quale si cerca solo di verificare l’interesse potenziale verso il prodotto da parte dei clienti senza che questo venga ancora sviluppato.

Anche in questo abbiamo scritto un articolo dedicato: MVP, cos’è e come svilupparlo con 7 esempi.

 

Cosa fare se la validazione di un’idea ha successo?

Una volta che hai completato entrambe la fasi della validazione di un’idea e i risultati che hai ottenuto sono positivi, oltre a festeggiare, preparati già peri prossimi passi da fare. Ricordati che la validazione è solo il primo step, fondamentale certo, però non l’ultimo.

Quello che ti aspetta ora è lo sviluppo vero e proprio del tuo prodotto, la sua promozione, la creazione di un team e una grande crescita. In bocca al lupo.

 

Cosa fare se la validazione di un’idea non ha successo?

Se invece durante la validazione della tua idea ti sei accorto che qualcosa non va, la coppia cliente-problema non regge oppure la soluzione non è quella che i clienti stanno cercando, non vuol dire che tutto quello che hai fatto finora sia da buttare.

Le scoperte che hai fatto sono fondamentali per permetterti di fare passi indietro e raddrizzare tutto quello che potrebbe essere andato storto. La maggior parte delle volte le startup devono cambiare il loro modello di business, tanto che questo processo ha addirittura un nome: Pivot, cos’è e 10 modi per ritornare sulla strada del successo.

Se vuoi essere guidato da Program Manager e Mentor durante tutta la fase di validazione della tua idea, abbiamo per te lo Startup Builder. É il primo incubatore online per le startup in fasi di validazione della durata di 12 settimane, al termine delle quali sarai in gradi di giudicare il vero potenziale della tua startup e avrai pronti tutti i documenti necessari per fare i prossimi passi, siano essi il raccogliere fondi oppure sviluppare il prodotto per lanciarlo sul mercato.

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca