Creare un logo di una startup: linee guida e generatori

Creare un logo di una startup

Creare il logo di una startup può sembrare semplice.

In realtà, ci sono molti aspetti da considerare durante l’ideazione di un simbolo che sia in grado di esprimere la brand identity di una startup con chiarezza.

Ecco perché, in questo articolo, ti daremo tutte le dritte necessarie per creare il logo di una startup in modo efficace.

Sei pronto? Iniziamo subito!

Cos’è un logo e quanto è importante per una startup

Partiamo dalle basi.

Il logo è un simbolo che identifica un’azienda o un’organizzazione e, allo stesso modo, i suoi prodotti/servizi.

È il primo contatto che le persone hanno con la tua realtà ed è la tua opportunità per fare una buona prima impressione.

L’impatto iniziale è particolarmente importante per una startup che, a differenza delle grandi aziende, non gode di anni di attività e riconoscimento da parte del pubblico.

Quindi, il tuo logo deve comunicare istantaneamente chi sei e cosa fai.

 

Come scegliere un logo

Proprio perché il logo rappresenta l’identità della tua startup è più che mai importante scegliere un logo che sia coerente con il messaggio che vuoi trasmettere e il tipo di comunicazione che vuoi avere.

Ad esempio, se la tua startup si basa sull’inclusione, un logo dalle forme spigolose e i colori cupi potrebbe non essere la soluzione migliore. 

Il logo quindi non è un semplice simbolo, è molto di più. È ciò che esprime l’essenza della tua startup, e per questo nulla deve essere lasciato al caso. 

 

6 diversi tipi di logo

Tipi di logo per startup

Creare il logo di una startup non è una passeggiata, per questo, prima di dedicarti alla fase operativa, ti consigliamo di analizzare accuratamente tutti i tipi di logo e le loro caratteristiche.

Vediamo insieme le 6 tipologie principali.

 

Wordmark

Il wordmark è un logo composto da sole lettere che corrispondono al nome della tua startup.

I loghi di Google, Disney e Coca-Cola sono esempi di wordmark.

In questo caso fai molta attenzione alla calligrafia e al colore che ne determinano lo stile e l’audience.

Il wordmark è particolarmente adatto quando:

  • Il nome della startup è breve
  • Il tuo nome completo rappresenta il tuo brand

 

Lettergram

Se il nome della tua startup è troppo lungo puoi scegliere il monogramma o lettergram. Questo logo è composto solo dalle iniziali del nome.

Anche in questo caso, la scelta della calligrafia e il colore è fondamentale.

BCC, NASA e P&G sono alcuni esempi di monogramma.

 

Pittogramma

Il pittogramma è un logo visivo esclusivamente rappresentato da un’immagine realistica.

In questo caso, il soggetto/oggetto rappresentato deve suggerire un legame più o meno esplicito con un aspetto distintivo della startup.

Per creare il logo di una startup, scegli il pittogramma quando:

  • Vuoi evidenziare una caratteristica della startup difficilmente esprimibile in poche lettere
  • La startup è orientata al mercato globale e necessita di un logo universale che non richiede traduzione
  • Il nome della startup è strettamente legato ad un elemento visivo

 

Logo astratto

Il logo astratto è come un pittogramma, l’unica differenza risiede nella natura dell’immagine che non è realistica ma, appunto, astratta.

Scegliendo un logo astratto la startup assumerà un tono più professionale e, in più, avrà maggiori probabilità di distinguersi in un mercato affollato.

 

Emblema

Un emblema è rappresentato da un simbolo che racchiude al suo interno il nome del brand.

Questo tipo di logo è molto diffuso fra le aziende storiche e più tradizionali, per questo, è l’opzione meno indicata se il tuo obiettivo è quello di creare il logo di una startup innovativa.

 

Combinazioni

Considera però che queste tipologie non rappresentano alcun ostacolo alla creazione di nuove combinazioni.

Molto spesso, le startup scelgono di creare un logo abbinando un wordmark o un lettermark ad un logo pittorico o astratto.

Le combinazioni risultano particolarmente funzionali e versatili poiché, in caso di necessità comunicative, il logo può essere decostruito in un’immagine e un singolo componente testuale.

 

Le caratteristiche di un logo efficace

Linee guida per logo di una startup

Qualunque tipologia tu scelga, creare il logo di una startup in modo efficace significa scegliere un design che lo renda:

  • Semplice
  • Memorabile
  • Rilevante
  • Senza tempo
  • Versatile

 

Semplice

Evita di creare un logo complesso e sofisticato. Fa che il tuo pubblico possa riconoscere senza incomprensioni la tua brand personality.

Cerca di convogliare gli aspetti più importanti della tua startup in pochi elementi perché un logo semplice è più immediato e facile da memorizzare.

Ricorda che semplice non significa banale. Un logo può essere semplice e originale allo stesso tempo.

 

Memorabile

Creare un logo memorabile significa far sì che rimanga impresso nella mente di chi lo guarda, anche per la prima volta.

Per assicurarti che questo accada potrebbe esserti utile lavorare sulle buyer persona della tua startup.

Cerca quindi di creare un logo unico e riconoscibile. Anche se la tua startup opera in un settore altamente standardizzato, scegli delle linee e dei colori così da creare un logo distinguibile da quelli dei tuoi competitor.

 

Rilevante

Creare un logo efficace significa anche renderlo rilevante per il mercato target della tua startup. In altre parole, il tuo logo deve trasmettere una qualche emozione a chi lo guarda.

La tecnica più diffusa per creare un logo significativo è quella di racchiudere una storia al suo interno. Un logo che racconta una storia ti aiuterà a stabilire una relazione più forte con il tuo pubblico.

 

Senza tempo

Evita di creare il logo per la tua startup basandoti su eventi o elementi temporanei.

Limita l’utilizzo di colori e linee che rispecchiano le tendenze attuali. Scegli, invece, un design che risulti duraturo e efficace nel tempo.

Ricorda che meno frequentemente cambierai il tuo logo più facilmente il tuo mercato imparerà a riconoscerti.

 

Versatile

Quando crei il logo per la tua startup prendi in considerazione tutte le sue potenziali applicazioni. Un logo, per essere versatile, deve essere scalabile e adattarsi facilmente a tutte le situazioni.

Per esempio, eccessive sfumature e linee possono risultare confuse sulla carta stampata oppure incomprensibili in dimensioni ridotte.

 

4 consigli essenziali per creare il logo di una startup

Studia il tuo brand

Prima di concentrarti sulla creazione del logo, studia bene il tuo brand, definisci la Unique Value Proposition della tua startup e cerca di immaginare il tuo progetto a lungo termine.

Questo è fondamentale perché le tue mission e vision ti accompagneranno e ti guideranno nel tempo.

Per creare il logo di una startup è quindi necessario determinare con precisione la cosiddetta brand personality. Come vuoi apparire agli occhi dei tuoi potenziali clienti? Originale, elegante o minimalista?

 

Non imitare gli altri

Cercare ispirazione nella concorrenza tramite una ricerca di mercato esaminando i concetti e le idee dietro il loro logo è una buona strategia iniziale.

Evita però di copiare perchè rischieresti di apparire poco professionale e, cosa più importante, annulleresti lo scopo principale di ogni logo, ovvero distinguersi.

 

Non utilizzare più di due font

Non farti tentare dall’abbondanza di caratteri tipografici disponibili online.

Cercare di rendere il logo della tua startup unico e inimitabile utilizzando più di due font è un errore comune.

L’uso di troppi caratteri in un unico logo rende solo il tuo design disordinato e confuso.

 

Studia le combinazioni di colore

Come nel caso precedente, utilizzare un maggior numero di colori non equivale a creare un logo più originale.

Ricorda che i colori hanno una psicologia e, agendo sulle emozioni, sono in grado di influenzare le nostre decisioni.

Durante la creazione del logo, scegli accuratamente una combinazione di colori che rispecchi la tua brand personality.

 

7 tool per creare il logo della tua startup

generatori di loghi per startup

Arrivati a questo punto è chiaro che creare il logo di una startup richiede molto impegno.

Fortunatamente, in nostro soccorso ci sono molti strumenti online utili per trovare un design adatto o, semplicemente, un po’ d’ispirazione.

Noi ne abbiamo selezionati 5, vediamoli.

 

Digitazon

Ti piace il logo di Startup Geeks?

A crearlo sono stati proprio i fondatori di Digitazon, una piattaforma italiana per trovare il freelance giusto per la tua startup, tra cui grafici e designer.

In questo caso, la creazione del logo viene affidata tramite outsourcing ai migliori professionisti che Digitazon propone in base alla tue esigenze.

I preventivi sono veloci e nel caso in cui non fossi soddisfatto, Digitazon ti offre un’altra alternativa o il rimborso.

 

Canva

Canva è uno strumento di progettazione grafica molto semplice e intuitivo, ma che propone una grande varietà di design di alta qualità.

Sebbene, con la versione gratuita, la personalizzazione sia piuttosto limitata, Canva offre moltissime alternative ed altri elementi addizionali con l’abbonamento a pagamento pari a 11,99€.

 

Wix Logo

Wix Logo è un generatore automatico utile a chi vuole creare il logo di una startup in modo veloce.

Inserendo il nome della tua startup e descrivendo lo stile che vuoi raggiungere, Wix Logo genera automaticamente delle opzioni tra cui puoi scegliere.

In alternativa, se desideri una maggiore personalizzazione, Wix Logo ti propone la collaborazione con alcuni professionisti.

 

My Brand New Logo

My Brand New Logo è un tool che ti permette di creare il logo per una startup gratuitamente e di acquistarlo solo quando sei soddisfatto del risultato.

Inizialmente, la procedura è automatizzata, ti basta inserire qualche informazione sulla tua attività, dopodichè, My Brand New Logo genera diverse opzioni.

Anche in questo caso, puoi decidere di personalizzare ulteriormente il tuo logo o richiedere l’aiuto di designer professionisti.

 

Tailor Brands

Tailor Brands è uno generatore basato su AI, molto intuitivo adatto a chi vuole ottenere un logo semplice ma professionale con il minimo sforzo.

Per creare il logo di una startup, ti basterà inserire il nome, il prodotto/servizio offerto, il settore in cui operi, scegliere il tipo di logo e lo stile che più ti si addice.

Il logo creato, in questo caso, è accessibile solo pagando un abbonamento mensile.

 

Logopony

Anche Logopony è un generatore che sfrutta l’intelligenza artificiale.

Simile ad altri strumenti, per creare il logo di una startup sarà sufficiente inserire qualche parola chiave e, in pochi secondi, otterrai una serie di proposte.

Il punto forte di Logopony è l’infinita varietà di combinazioni e stili.

Anche in questo caso, il logo è utilizzabile a fronte di un pagamento una tantum.

 

Looka

L’ultimo (ma non per importanza) tool utile alla creazione di un logo per la tua startup è Looka.

Questa piattaforma, dotata di AI, combina il nome della startup, il settore di appartenenza, i simboli e i colori selezionati precedentemente per generare un’infinità di opzioni tra cui puoi scegliere.

Oltre ad una grande varietà di stili, un altro vantaggio di Looka è la progettazione iniziale gratuita e senza registrazione. Solo una volta definito il tuo design puoi procedere al pagamento e selezionare una delle tre diverse opzioni di acquisto (basic, premium, enterprise).

Detto questo ci auguriamo che tu abbia trovato degli spunti interessanti per creare il logo della tua startup.

Speriamo di rivederti presto su Startup Geeks!

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca

search