Le domande più fatte dagli investitori agli startupper

 In Risorse per startup
Le domande più fatte agli startupper dagli investitori

Uno dei passi che ogni startupper deve superare per accelerare la sua startup è il pitch agli investitori, che dopo aver ascoltato la presentazione del progetto possono fare una serie di domande conoscitive.

In questo articolo scoprirai quali di queste domande sono le più rivolte agli startupper, così da poter arrivare al pitch preparato e con una marcia in più.

Sei curioso? Iniziamo subito!

Come abbiamo raccolto le domande più fatte dagli investitori

Prima di arrivare al sodo dobbiamo fare una piccola premessa.

Questo principalmente perché vogliamo dimostrarti che le domande che troverai appena sotto non sono state inventate, bensì le abbiamo raccolte durante i Pitch Day del nostro percorso di incubazione online.

Infatti, dopo varie edizioni dello Startup Builder e vari Pitch Day abbiamo raccolto le domande che più spesso sono state fatte dagli investitori e abbiamo deciso di metterle a disposizione di tutti gli startupper interessati.

Lo Startup Builder è il primo incubatore online per le startup in fase di validazione.

In 12 settimane le startup selezionate vengono seguite da mentor professionisti con lo scopo di concretizzare il progetto e lanciarlo sul mercato.

Al termine di questo periodo alle startup viene data la possibilità di partecipare al Pitch Day davanti ad una platea di investitori.

Clicca qui se ti interessa scoprire di più riguardo lo Startup Builder e come prepariamo le startup agli investitori.

Tutto questo per dire che le domande qui sotto sono perfettamente allineate con quello che gli investitori vogliono sentirsi dire.

Con esse quindi puoi arrivare pronto e dimostrare la tua preparazione, ma soprattutto quella del tuo progetto imprenditoriale.

Vediamo allora finalmente queste domande.

 

I quesiti più diffusi che gli investitori rivolgono agli startupper

Iniziamo.

Per semplificare la tua lettura abbiamo pensato di dividere le domande per argomento.

 

Domande generali sulla startup

L’investitore vuole sapere con esattezza quali sono le caratteristiche che rendono davvero unica la tua startup.

Un prodotto/servizio unico potrebbe essere la svolta in un determinato settore e mercato perciò fa particolarmente gola.

Puoi quindi aspettarti domande del tipo:

  • Cosa rende unica la tua startup?
  • Quale problema risolve e quanto è grande?

A questo proposito potrebbe esserti utile lavorare sulla Unique Value Proposition, magari facendo uso del Value Proposition Canvas.

 

Domande sui founder e sul team

Non c’è dubbio che una delle caratteristiche più presa in considerazione delle startup siano le risorse umane.

Per questo motivo spesso le domande fatte ai founder erano:

  • Chi sono i membri chiave del team?
  • Ci sono membri del team con expertise nel tuo mercato di riferimento?
  • Il team e i founder sono motivati a far crescere l’azienda?

Founder e team non a caso sono estremamente fondamentali.

Puoi leggere la nostra guida su come trovare un co-founder oppure usare il Team Canvas per creare il team della tua startup.

 

Quesiti sul mercato

Devi anche essere in grado di offrire un quadro chiaro e dettagliato delle opportunità di mercato.

Per questo motivo le domande che puoi aspettarti da un investitore riguardo al tuo settore sono:

  • Qual è l’attuale mercato raggiungibile e quanto è grande?
  • Quale percentuale di mercato prevedi di raggiungere e in quanto tempo?

In questo caso puoi fare affidamento al calcolo del TAM SAM SOM oppure all’analisi della tua Market Opportunity Evidence.

Dati ottenibili tramite una ricerca di mercato.

 

Quesiti sul prodotto o sul servizio

Non devi neanche sottovalutare l’importanza che ha il tuo prodotto/servizio.

Per definizione, una startup offre una soluzione innovativa, che prima sul mercato non esisteva.

Cerca quindi di spiegarla con una terminologia semplice e comprensibile a tutti.

Le domande a cui quindi devi saper rispondere sono:

  • Perchè ai tuoi clienti dovrebbe interessare il prodotto/servizio?
  • Quali sono le sue caratteristiche uniche?
  • Hai già ottenuto qualche feedback dagli utenti testandolo?

Per saper rispondere a questo tipo di domande fatte dagli investitori puoi sviluppare uno Smoke Test o un MVP.

Dopo aver definito una serie di metriche chiave per il tuo modello di business potrai capire come il tuo prodotto performa con i clienti.

 

Dubbi sui competitor

Per essere unici bisogna essere in grado di differenziarsi dai competitor.

Ecco che allora troverai molti investitori che di domanderanno:

  • Chi sono i competitor della tua startup?
  • Quali sono i benefici/vantaggi che sei in grado di offrire?

In questo caso uno startupper non può che fare un’analisi dei competitor, così da conoscere i suoi concorrenti a memoria.

 

Domande sul marketing e sull’acquisizione clienti

Gli investitori vogliono anche sapere come intendi acquisire nuovi clienti, quale sarà la tua strategia di marketing.

Allora aspettati domande come:

  • Come pensi di commercializzare i tuoi prodotti/servizi?
  • Qual è il lifetime value di un cliente?

Per rispondere a queste domande devi scegliere quale dei tanti canali di acquisizione clienti è più adatto alla tua startup.

Potresti preferire l’email marketing, oppure sfruttare le Digital PR, l’importante è essere preparati.

 

Domande sulla traction

Le startup che sono in grado di dimostrare agli investitori un certo grado di traction verranno viste con un occhio di riguardo.

Sii pronto quindi a portare una serie di prove a sostegno della tua potenziale crescita e preparati a rispondere alle seguenti domande:

  • Che tipo di traction hai ottenuto finora (vendite, download di app, traffico al sito…)?
  • Quali strategie di Traction pensi di adottare in futuro?

Ecco che allora dovrai saper rispondere a tutte le domande possibili sulla traction.

 

Dubbi sui rischi

Arriva poi l’analisi dei rischi che per gli investitori è particolarmente importante.

Mettiti nei suoi panni e immagina di dover scegliere se investire in una startup ad alto rischio oppure ad una a basso rischio.

Certo, alcuni potrebbero tentare il colpaccio ma la maggior parte andrà sul sicuro.

Ecco allora che gli investitori ti chiederanno:

  • Quali sono i principali rischi per la startup?
  • Ci sono eventuali rischi legali e normativi? Se si, quali?

I rischi per chi fa startup sono all’ordine del giorno.

Tuttavia si possono prendere alcuni accorgimenti per evitare che diventino causa di fallimento, così da tranquillizzare anche gli investitori.

Leggi il nostro articolo su come ridurre il rischio di fallimento della tua startup.

 

Quesiti sul Financial Plan

Una volta che si sono convinti sul rischio che investire nella tua startup comportebbe, vogliono sapere quanto sarebbe il ROI, il ritorno sull’investimento.

Per calcolarlo ti faranno delle domande tipo:

  • Quali sono le proiezioni triennali della startup?
  • Quale futuro finanziamento azionario o di debito sarà necessario?
  • Che pool di stock option è stata riservata ai dipendenti?

Per saper rispondere a tutte queste domande arriva in tuo aiuto il Financial Plan.

Documento fondamentale per uno startupper per prevedere e stabilire come la sua startup crescerà economicamente nel tempo.

 

Domande sui round di finanziamento

Infine gli investitori vogliono un’idea chiara su quanto capitale stai cercando di raccogliere per aprire/crescere la tua startup.

Aspettati e preparati a rispondere a domande del tipo:

  • Quanto vuoi raccogliere in questo round di investimenti?
  • Qual è la valutazione pre-money della tua startup?
  • Qual è l’uso pianificato dei proventi di questo round?

Tutte queste domande trovano risposta nella valutazione della tua startup.

Cerca quindi di capire quanto la tua startup valga e di quanto ha bisogno per crescere.

Concludendo quindi, il nostro consiglio è quello di arrivare al Pitch più preparati possibile, anche con una risposta pronta a tutte queste domande.

Per il resto ti auguriamo in bocca al lupo e se hai altri dubbi ti chiediamo di scrivere un commento qui sotto.

A presto!

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca