Employer Branding: una strategia indispensabile per ogni startup

 In Risorse per startup
employer branding startup

Hai mai considerato di adottare una strategia di employer branding nella tua startup?

Le startup per loro definizione si affacciano al mondo dell’impresa con un piglio smart e tecnologico ed è proprio in virtù di questa caratteristica che un approccio altrettanto innovativo nella comunicazione sia interna che esterna del proprio brand è fondamentale per garantire la sopravvivenza della stessa nel medio/lungo periodo in un mercato sempre più competitivo in cui solo chi ha una capacità di visione strategica di ampio raggio sopravvive.

 

Significato di employer branding

L’employer branding è l’insieme dei valori e della mission che l’azienda riesce ad associare al proprio marchio nella percezione dei potenziali futuri collaboratori, attraverso la pubblicità e gli altri strumenti di comunicazione.

Con l’employer branding l’impresa definisce, ma soprattutto comunica, ai potenziali prossimi collaboratori, quali siano le caratteristiche che rendono unico e peculiare quel posto di lavoro.

Le caratteristiche proprie di quel posto di lavoro vengono distinte tra strumentali e simboliche: questa distinzione viene applicata anche ai beni fisici in una prospettiva di marketing; se applicata al posto di lavoro offerto definiscono rispettivamente gli attributi fisici (retribuzione, orario di lavoro, distanza da casa), e attributi simbolici (valore percepito per quel posto di lavoro, prestigio).

Benefici dell’employer branding in una startup?

Analizziamo nel dettaglio i vantaggi di una Startup con un forte employer branding in sinergia con strategie di comunicazione efficaci:

  • trasmissione chiara e trasparente di informazioni rilevanti non solo riguardo a cultura e valori aziendali, ma anche circa i benefit concreti che l’azienda mette a disposizione dei propri dipendenti/collaboratori;
  • maggiore traffico sulla pagina aziendale nella sezione dedicata alle offerte di lavoro e maggiori risposte ai job nei principali canali dedicati;
  • miglior engagement del proprio target attraverso communities online;
  • miglioramento effettivo della visibilità della Startup: quella dell’employer branding è infatti spesso considerata una vera e propria strategia di posizionamento;
  • maggiore efficacia delle strategie di social recruiting, ovvero la ricerca di risorse e professionalità ritenute adatte a ricoprire un certo ruolo attraverso i social media.

Da non sottovalutare, quindi, è soprattutto il benefico effetto che l’employer branding ha sul processo di reclutamento: più l’immagine e il brand sono promossi nel modo giusto, più la Startup è attrattiva e, quindi, la talent acquistion riuscirà ad attrarre le Persone e i talenti in grado di portare valore aggiunto con notevoli vantaggi in termini di efficienza, con cui è possibile gestire la ricerca del personale e di costi minori che questa richiede.

Altri vantaggi derivanti dall’utilizzo di una strategia di Employer Branding sono sostanzialmente di due tipi: diretti ed indiretti.

 

Vantaggi indiretti dell’employer branding per una startup

Quelli indiretti si riferiscono alle ripercussioni positive sulla motivazione dei collaboratori, che a sua volta influiscono sulla produttività della Startup. Collaboratori soddisfatti, che condividono obiettivi e valori aziendali, avranno una relazione piacevole ed empatica con i clienti.

Questi ultimi potranno vivere un’esperienza positiva non solo dal punto di vista del prodotto, ma anche da quello umano.

Un altro vantaggio che rientra tra quelli indiretti è quello di fornire supporto al programma di gestione delle carriere. Pur non essendo specificamente concepito per questo scopo, l’Employer Branding affronta il rapido cambiamento del contesto lavorativo e le aspettative di crescita delle Persone. Una comunicazione chiara e coerente della propria offerta lavorativa fornisce informazioni riguardo le possibilità di carriera, le competenze necessarie e la qualità delle relazioni all’interno dell’organizzazione.

Ciò permette agli aspiranti candidati di identificare la Startup ed anche di fare un’autovalutazione, sulla base delle proprie capacità ed aspirazioni, e all’organizzazione di avere profili idonei, in linea con le proprie prospettive di sviluppo.

 

Vantaggi diretti dell’employer branding per una startup

I vantaggi diretti sono di natura economica. Essi derivano dalla riduzione dei tempi e costi per il reclutamento e dall’assunzione dei profili più idonei, evitando i falsi positivi.

Le Startup che hanno investito in tali strategie ed hanno costruito un marchio chiaro ed accattivante, hanno riscontrato un calo delle spese per il personale del 10% ed una riduzione del turnover del 28% (Dato Randstad, 2018).

E tu, stai attuando una strategia di employer branding? Noi di HIC possiamo aiutarti, scopri di più cliccando qui o contattami direttamente cliccando qui.

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca