I 15 libri per startup da leggere nel 2019

 In Risorse per startup
migliori libri startup

Sei alla ricerca di un libro per startup o per aspiranti startupper? Ti sarai reso conto, cercando online, che ci sono tantissimi libri che parlano di startup. Noi ne abbiamo letti tanti e oggi vogliamo suggerirti quelli che, a nostro parere, sono i migliori libri per startup.

Libri per startup: come sceglierli?

Durante le nostre ricerche ci siamo resi conto che il problema principale nello scegliere un libro per start up spesso è identificare un libro che ben si allinei alla fase del ciclo di vita di una startup nella quale ci si ritrova e per la quale si è interessati. Ci sono infatti libri che più si addicono ad aspiranti startupper, a persone che hanno un’idea e vogliono metterla in atto o a persone che cercano il supporto di un libro per convincersi a fare il grande passo di lasciare un ambiente corporate e fondare la propria startup. Altri libri invece sono più adatti a persone che già hanno avviato una startup e sono alla ricerca di framework specifici e quindi di un libro più “tecnico”, per esempio riguardo la definizione del business model o di come fare un pitch. Altri ancora invece sono particolarmente adatti a coloro che hanno già identificato il product/market fit e che quindi vogliono un libro per apprendere le tecniche per far crescere la propria startup.

Premettendo che la maggior parte dei libri per startup tocca molteplici punti delle fasi di vita di una startup, abbiamo però deciso di suddividerli in tre categorie per semplificarti la scelta e indirizzarti meglio verso il libro startup più adatto a te o alla persona a cui lo vuoi regalare.

Libri per aspiranti startupper

Questi libri sono particolarmente adatti per coloro che non hanno ancora fondato una startup ma che vogliono conoscere le basi del fare startup. Magari hai un’idea nel cassetto e ti senti quasi pronto per buttarti? O semplicemente sei curioso del cosa vuol dire fare startup? Ecco, questi potrebbero fare al caso tuo: sono i nostri libri consigliati prima di aprire una startup.

libri per startup

Peter Thiel è fondatore di PayPal e importante Venture Capital. In questo libro spiega, ovviamente attingendo spesso alle sue esperienze, come creare startup innovative che rivoluzionino il mercato in cui operano. Offre linee guida generali sul come le startup dovrebbero operare e per questo è un libro startup interessante adatto a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco e fondare una startup che cambi per sempre le cose.
Questo libro per startupper è disponibile anche in italiano con il nome “Da zero a Uno”.

libro per startup

E’ un libro in controtendenza e questo è il suo bello. Mario Moroni cerca di disilludere riguardo il fascino del mondo delle startup parlando delle difficoltà di questo percorso, non adatto a tutti. Il suo consiglio? Non aprire una startup!

Lo consigliamo a tutti coloro che non si sono ancora convinti a fare il passo che li porterà a fondare una startup: è giusto valutare anche i “contro” del fare startup e questo libro li illustra bene, offrendo un ultimo “controllo di sicurezza”.

migliori libri per startup

Ben Horowitz offre consigli su come creare e gestire una startup, focalizzandosi sui problemi più difficili e su come affrontarli e risolverli. Spiega perchè il lavoro del CEO è uno dei più difficili e dei più solitari al mondo, e suggerisce come sopravvivere allo stress e all’ansia. Se vuoi avere una buona overview sul livello di responsabilità e di complessità che il gestire un’azienda comporta, questo libro fa per te.

libri startup

Guy Kawasaki è stato uno dei responsabili del marketing di Apple ai tempi del primo Macintosh. Successivamente è diventato un evangelist high-tech, scrivendo molti libri sul tema.

In questo libro, adatto agli startupper e aspiranti tali, tratta dei passi necessari per trasformare qualsiasi idea in un’impresa.
Si parla di prodotto, di team, di concorrenza, di raccolta di capitali, insomma di tutto ciò che ci si aspetta da uno dei migliori libri consigliati per aprire una startup.

libro start up

Questo è un libro decisamente adatto agli aspiranti startupper ma anche a tutti coloro che vogliono percorrere una carriera di successo, cambiare lavoro o imparare come sfruttare il proprio network professionale a suo vantaggio.

L’autore, Reid Hoffman, è uno dei fondatori di LinkedIn e un investitore molto attivo in Silicon Valley. Questo libro è una guida su come utilizzare le strategie tipiche delle startup per progredire nella propria vita professionale: essere flessibili, costruire network e relazioni e sfruttare le opportunità improvvise. In un mondo in cui le industrie sono stravolte dall’innovazione e dalle tecnologie digitali, ognuno dovrebbe vivere la propria carriera come se fosse un imprenditore.
E’ anche disponibile in italiano con il nome “Teniamoci in contatto”.

migliori libri per startup

Questo testo per startup Made in Italy è una guida pratica e un ottimo punto di partenza per chi vuole avvicinarsi al mondo delle startup digitali e cerca un libro su come aprire una startup in Italia. Tratta le tematiche da smarcare per aprire una startup e le criticità della vita dell’imprenditore in modo scorrevole e pragmatico, fornendo molti esempi reali.

Rispetto ai libri internazionali ha il vantaggio di focalizzarsi sulle peculiarità del mercato italiano, per questo fa parte della nostra lista di libri consigliati per aprire una startup.

Libri per startup in fase di avvio e seed

Ora proponiamo libri che si focalizzano sull’avvio, sulla definizione del business model e sulla ricerca di finanziamenti, aspetti molto importanti per lo sviluppo di ogni startup. Li consigliamo quindi a startupper che si trovano esattamente in questa situazione, oltre che ovviamente a tutti i curiosi di queste tematiche.

libri per aprire una startup

E’ il libro in cui viene illustrato il Business Model Canvas, uno dei framework più utilizzati per definire il business model di una startup. Si propone come guida pratica per startupper per affiancarli passo dopo passo nella definizione e stesura del business model.
E’ tradotto in italiano con il nome “Creare modelli di business”.

libro per startupper

E’ un libro sulle startup da leggere assolutamente. Propone una metodologia per trovare il business model di una startup attraverso il “validated learning”, ossia un approccio di apprendimento scientifico basato sulla prototipazione rapida e sulla continua richiesta di feedback da parte dei clienti. Questo consente di ottimizzare il prodotto senza sprecare tempo e budget, con l’obiettivo di creare un prodotto amato dai clienti e che permetta di scalare il business verso la crescita esponenziale.
E’ tradotto in italiano con il nome “Partire leggeri”.

libri start up

Anche The Startup Canvas si posiziona come un’ottima guida per startupper, soprattutto nel momento della definizione del business model. L’autore propone un nuovo metodo di sviluppo del business model che punta ad integrare i precedenti Business Model Canvas e Lean Canvas apportando ad essi elementi chiave che mancavano.

Nella prima parte è anche un libro adatto a tutti coloro che vogliono “esplorare” l’argomento startup senza esserne direttamente coinvolti. Parte infatti dal “Cos’è una startup” e dal “ciclo di vita di una startup” per poi toccare argomenti sempre più approfonditi, come lo sviluppo del prodotto e, appunto, il Canvas.

libri consigliati per startupper

Ricevere finanziamenti è vitale per una startup, e questo richiede creare un pitch efficace. In questo libro per start up viene proposta una struttura per creare un investor pitch vincente: l’Investor Pitch Canvas. Facendo leva su esperienze e analisi, Maurizio La Cava mette nelle mani degli startupper uno strumento che potrebbe rivelarsi determinante per il successo della loro startup.
E’ sicuramente un libro che soddisfa un bisogno molto specifico, consigliato a chi è alla ricerca di finanziamenti.

L’autore, Steve Blank, è un importante imprenditore della Silicon Valley. Ha creato questa guida per startupper per guidarli step by step nella creazione e nello sviluppo della loro startup attraverso schemi, checklist e framework.
Uno degli argomenti chiave che vengono sviluppati nel libro è il processo di Customer Development, un metodo per testare con i potenziali clienti le assunzioni di business, validare le proprie idee e successivamente costruire la propria azienda attorno ad un prodotto che i clienti amano.
E’ disponibile anche in italiano con il nome “Startupper”.

Libri per startup in fase di crescita

Qui consigliamo i libri che si focalizzano sul marketing, sul growth hacking e sulla traction. Questi libri sono consigliati, oltre che a tutti i curiosi dell’argomento, principalmente a coloro che sono coinvolti in una fase di crescita di una startup.

libri per startup in crescita

Sean Ellis è il coniatore del termine “growth hacker” e il protagonista dietro la crescita esponenziale di Dropbox.
In questo libro spiega cos’è il growth hacking, come si struttura il processo di growth hacking e come questa metodologia può consentire la rapida crescita di aziende di ogni dimensione.
E’ uno dei libri che viene spesso o sempre preso come fonte da coloro che trattano l’argomento growth hacking.

libri per far crescere una startup

Raffaele Gaito è uno dei principali esponenti del growth hacking in Italia.
Abbiamo apprezzato particolarmente questo libro per la sua completezza e focalizzazione: parla solo del growth hacking, ma lo tratta dalla A alla Z, suggerendo le skill necessarie per un growth hacker, come si struttura il processo di growth hacking, le metriche e gli strumenti da utilizzare. E’ un libro pratico, da utilizzare giorno dopo giorno nel processo di crescita della propria startup o, per i curiosi, per avere semplicemente una buona overview sull’argomento.

libro startup

Alessia Camera è una consulente di marketing e di growth hacking. A differenza del titolo e degli altri libri menzionati in questa sezione, è un libro che tocca molti argomenti sul fare startup, non solo il marketing o il growth hacking. Parte dall’idea di business per poi parlare di prodotto, modello di business, customer development, funnel e traction. Negli ultimi capitoli si concentra su growth hacking, metriche e altre strategie di marketing.
E’ un libro di portata più ampia, impostato in modo teorico ma anche direttamente utilizzabile (se ci si trova nel processo di fare startup). E’ quindi un libro per start up consigliato anche a chi vuole avere una prima “infarinatura” sul tema startup.

libro sulle startup

Traction spiega perchè il successo di ogni startup non dipende solo dal prodotto ma bensì dalla customer base che la startup è in grado di creare. Vengono presentate metodologie per acquisire clienti (come ad esempio le PR, i social media, l’email marketing e molte altre) e consigli per aiutare lo startupper a scegliere la metodologia più adatta per ogni fase di crescita della startup.

BONUS – Libri suggeriti dai nostri lettori

migliori libri per fare una startup

Chiunque abbia intenzione di creare una startup dovrebbe leggere questo libro scritto da Jason Fried e David HeineMeier Hansson, creatori di realtà di successo come Basecamp e Ruby on rails.
Come detto dall’ottimo Seth Godin, è pericoloso avviarsi su questa strada senza tenere in considerazione quanto scritto in Rework.
Il testo espone infatti in maniera sintetica ed efficace ben 88 preziose lezioni in grado di guidare lo startupper sulla via del successo, a volte demolendo luoghi comuni e falsi miti che circondano il mondo delle startup.
Un esempio? la provocatoria lezione numero 16: “avvia un business, non una startup”.
Il libro è disponibile in italiano con il nome “Rework – manifesto del nuovo imprenditore minimalista“.

Grazie ad Andrea Cirillo per questo suggerimento!

libri da regalare a uno startupper

Questo libro è per chiunque voglia conoscere quali logiche e strategie abbiano determinato la repentina ascesa o il drastico declino di alcune delle più influenti organizzazioni, profit o non, degli ultimi 15 anni.
Il testo, sapientemente redatto e scorrevole nella lettura, mostra come e perchè le nuove organizzazioni siano migliori, più veloci ed economiche delle tradizionali, cosa fare per crearne una o stravolgere la propria per rimanere al passo.
Tramite un approccio analitico dei più innovativi modelli di business ed interviste ai più luminari ceo del pianeta, i 3 illustri co-autori ci invitano a impegnarci per cambiare il mondo tramite gli strumenti che l’era moderna ci mette a disposizione.
Unica prerogativa per leggere questo libro è quella di pensare in grande.

Grazie a Federico Battaglia per il suggerimento!

lean analytics

Se Lean Startup si è incentrato genericamente sul processo “build-measure-learn”, applicabile a qualunque stage (dallo stabilire una vision, validare un prodotto, costruire una strategia di marketing), Lean Analytics si focalizza sullo stage “measure”.

Lean analytics è un modo di quantificare l’innovazione, e in un mondo digitale pieno di dati, una guida pratica per trovare la propria OMTM (one metric that matter) e velocizzare il lean cycle. A mio parer una lettura illuminante.

Grazie a Francesco Tassi per il suggerimento!

libro psicologico per startupper

Adatto a startup in fase di crescita, è un libro che esplora la nostra mente, descrivendo i due sistemi che definiscono come pensiamo. Il Sistema 1 è emozionale, veloce e intuitivo, è il primo ad operare quando ci troviamo di frone a qualsiasi situazione, agisce di istinto e automaticamente. Quando è in difficoltà, perchè ci troviamo di fronte a situazioni nuove e complesse, interviene il Sistema 2, più pigro, ma decisamente più efficace, è la parte razionale, logica e si prende il suo tempo per riflettere. A volte pensiamo di fare la scelta giusta senza però considerare tutte le variabili. Spesso pensiamo di sapere esattamente cosa ci passa per la mente, senza considerare tutti i pensieri inconsci e come questi vengono influenzati. Con esempi pratici, l’autore ci mette davanti quesiti che sembrano banali ed intuitivi, ma è lì dove la grande maggioranza cade, perchè spesso l’intuizione non è sufficiente. Con spunti di business e vita quotidiana, l’autore vuole dimostrare l’importanza dei pensieri lenti, di allenare il nostro sistema 2 a intervenire nelle decisioni, per non lasciarci trasportare dalla routine ed evitare di fare scelte affrettate, giudicando, pensando di essere nel giusto, solo sulla base di quello che vediamo al momento.

Grazie a Elena Molinaro per il suggerimento!

libro su marketing e vendite per startup

Adatto a startup in fase seed che si avviano alla crescita, è un libro orientato a marketing e vendite, che spiega come passare da avere solo alcuni clienti alla crescita esponenziale. Uno dei più grandi gap, infatti, è quello tra early adopters e early majority, che costituisce anche una barriera di crescita e sviluppo per le startup. L’autore fornisce esempi pratici e concreti per aiutare le startup a portare sul mercato prodotti innovativi e venderli a differenti categorie di clienti (Innovators, early adopters, early majority, large majority e laggards). Ognuna di queste categorie ha un diverso approccio alle nuove tecnologie e ha diverse aspettative, ed ognuna va quindi approcciata in modo differente. Tra early adopters e early majority non c’è mercato, si crea un vero e proprio divario che va colmato per evitare il fallimento. I due segmenti appaiono simili, con simili necessità, ma mentre gli early adopters sono visionari e pionieri, pronti a provare nuovi prodotti, early majority è costituita da consumatori avversi al rischio, poco preparati alle nuove tecnologie. Date le profonde differenze nel modo di vedere il mondo, è necessario avere differenti strategie di marketing e vendita. Raggiungere la massa critica, infatti, è fondamentale per sopravvivere e generare profitti.

Grazie a Elena Molinaro per il suggerimento!

running lean libro per startup

Running Lean (Pianificazione Snella nella versione in italiano) è un libro ricco di schemi e suggerimenti pratici. Offre alle startup, in qualunque fase di sviluppo, gli strumenti utili a realizzare prodotti desiderati dai clienti e sottolinea ancora una volta che una startup è un’entità in continua evoluzione e che gli esperimenti non si devono mai fermare.

Se Eric Ries ha messo insieme i puntini creando la Lean Startup, Ash Maurya quei puntini li ha numerati.

Indispensabile per chi vuole passare dalla teoria all’azione.

Grazie ad Antonio Russolillo per questo suggerimento!

factfulness

Questo non è un libro, è un Manuale che ci spiega in 10 capitoli perchè abbiamo una idea distorta del mondo in cui viviamo. Non solo le cose sono molto meglio di come le immaginiamo, ma pensare in negativo ci preclude enormi opportunità di business, magari in geografie o segmenti della popolazione che erroneamente consideriamo “non addressable”. Per me (e Francesco, mio socio) il miglior saggio del 2019.

Grazie a Davide Conforti per questo suggerimento!

libro per imprenditori

Sono i tre romanzi di Harari. Non li ha pubblicati in questo ordine, ma è l’ordine nel quale suggerisco di leggerli, in quanto Sapiens è la storia dell’umanità fino ad oggi, 21 Lessons esplora il presente e l’immediato futuro ed è un ponte naturale per Homo Deus che espande il futuro. Al di là delle tesi e degli scenari, che uno può trovare concordi alla propria visione del mondo o meno, l’importanza di questi testi è che aiutano a porsi delle domande all’interno di una Big Picture globale. Un approccio ad espandere i confini del pensiero, a rifuggire le soluzioni semplici a problemi locali, ma a guardare alla storia dell’Uomo in modo sistemico.

Grazie a Davide Conforti per questo suggerimento!

libri per imprenditori

Io e Francesco (il mio socio) siamo talmente innamorati di Taleb da aver chiamato la nostra srl Black Swan. Taleb è un eccentrico matematico, un trader, un filosofo che ci insegna una cosa: un livello di stress adeguato è fondamentale per il prosperare di una persona, di una azienda, della società. Il nostro ruolo come imprenditori è essere una fonte di stress per i sistemi sociali ed economici in cui operiamo, mettendo in discussione quello che porta ad eccessivo accumulo di privilegi / rendite monopolistiche, che proteggono e uccidono l’innovazione. A me e Francesco ha cambiato la vita, e ha avuto un ruolo non marginale nella costituzione della nostra Società. E poi ti dice che devi avere un business model convesso, a voi scoprire perchè…

Grazie a Davide Conforti per questo suggerimento!

Speriamo che tu abbia trovato il libro per startup più adatto alle tue esigenze.

Hai altri consigli? Scrivili nei commenti!

Post suggeriti
Showing 4 comments
  • Andrea Cirillo

    Ciao,
    anzitutto mi pare proprio una rassegna ben ragionata, quindi grazie per averla messa a punto e condivisa.

    Proporrei, senza impegno, di aggiungere all’elenco “Rework” di Jason Fried e David Heinemeier dove in maniera sintetica ma efficace si demoliscono molti falsi miti che molto spesso imperversano nelle startup.
    Che ne dite?
    Buon lavoro e grazie ancora,
    A

  • Specialisti del Web

    Ciao Andrea,
    grazie per il suggerimento, l’abbiamo inserito! 🙂 a presto!

  • Alberto

    Dubbio amletico: secondo voi e’ meglio leggere in lingua originale o in italiano? Ovviamente sapendo parlare inglese, quindi non e’ la barriera linguistica ad essere un problema

  • Specialisti del Web

    Ciao Alberto! A nostro parere è sempre meglio la versione originale, ovviamente se la barriera linguistica, come dicevi, non è un problema. A presto e facci sapere se ne leggi qualcuno e cosa ne pensi!

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca