Come può una startup ottenere un prestito da una banca?

Può una startup ottenere un prestito da una banca

Si può ottenere un prestito bancario per la propria startup o impresa innovativa?

I metodi per finanziare un progetto imprenditoriale sono molti, ognuno con i propri vantaggi. Quello di una banca per esempio è che non devi cedere le tue quote societarie in cambio dei soldi.

Se sei quindi un imprenditore comprensibilmente “geloso” della tua startup, chiedere un finanziamento ad una banca può essere la soluzione giusta. Scopri come!

Powered by:

Studio Fagi

Studio Fagi da oltre 15 anni aiuta le imprese ad ottenere credito, da banche o da sistemi alternativi.

Ha aiutato oltre 1500 aziende e 100 startup ad ottenere più di 600 mln di € e a quasi 400 aziende di risparmiare oltre 8 mln di € di interessi.

Entra in contatto gratuitamente con Studio Fagi compilando il form.

Può una startup ottenere un prestito bancario?

Ovviamente sì.

C’è poco da girarci attorno, una startup può assolutamente affidarsi ad un istituto di credito per finanziare la propria crescita.

Questo però non significa che sia facile.

Le startup (o qualsiasi nuova impresa in realtà) sono business rischiosi e le banche lo sanno bene.

Questo significa che prima di prestare migliaia di euro hanno bisogno del maggior numero di prove a sostegno del tuo progetto.

Un po’ come quando si chiede un mutuo per ristrutturare casa e bisogna dimostrare di avere un lavoro, il proprio stipendio e spesso anche segnalare un garante.

Ma allora quali documenti bisogna presentare alla banca per finanziare la propria startup?

 

I documenti che una startup deve presentare alla banca

Documenti da presentare alla banca per un prestito per una startup

Abbiamo quindi detto che chiedere un prestito bancario per aprire una startup si può fare.

Ora dobbiamo chiarire il come.

I documenti richiesti dalla banca sono diversi.

Tra questi:

  1. Visura camerale aggiornata completa di elenco soci;
  2. Copia del documento di identità e del codice fiscale dei soci e del legale rappresentante;
  3. Atto costitutivo originario;
  4. Statuto aggiornato riportante capitale sociale e sede legale attuali (il capitale sociale iniziale è un aspetto molto importante per una start up, è un elemento di valutazione considerato attentamente dagli istituti);
  5. Business plan sia qualitativo che quantitativo, riportante cioè sia il business model della vostra attività che costi e ricavi previsti;
  6. Bilancio provvisorio se avete già iniziato a sostenere costi o realizzare ricavi;
  7. Eventuali bilanci già depositati in caso di inizio attività nel 2019 o nel 2020;
  8. Dettaglio affidamenti, dettaglio clienti e fornitori, dettaglio mutui;
  9. Copia delle dichiarazioni dei redditi di eventuali garanti complete di ricevute di invio telematico. La presenza di garanti è molto importante per gli istituti: se l’imprenditore non crede nella propria azienda perché dovrebbe farlo la banca?
  10. Centrale rischi Banca d’Italia aggiornata. Se sono già presenti affidamenti.

Insomma 12 documenti che richiedono massima attenzione per evitare errori o incertezze.

Se vuoi approfondire ciascuno di questi documenti clicca qui e leggi la guida di Studio Fagi.

 

Il rating bancario: la reputazione della tua startup agli occhi della banca

Rating Bancario della tua startup

Tutti questi documenti vengono presi in esame dalla banca prima di concedere un eventuale prestito.

Al termine dell’analisi viene assegnato alla startup un “punteggio”: il cosiddetto rating bancario.

Un voto che prende in esame principalmente:

  • Dati di bilancio;
  • Verifica banche dati;
  • Anzianità dell’azienda;
  • Settore di appartenenza;
  • Andamentale interno (come e se l’azienda lavora con quella specifica banca).

Attento però che ogni banca attribuisce un’importanza differente a ciascun fattore.

Alcuni istituti di credito si concentrano maggiormente sul bilancio, altri sul settore e altri sulla centrale di rischi.

Il “trucco” risiede quindi nel premurarsi di contattare la banca giusta in base alla tua particolare situazione imprenditoriale, oltre ovviamente a non aver commesso irregolarità gravi nel ultimi 12 mesi.

 

Come avere un buon rating bancario per ottenere un prestito per la tua startup

Come avere un buon rating bancario per ottenere un prestito per la tua startup

Ma allora come ci si assicura che il proprio rating bancario sia adatto all’ottenimento di un finanziamento per la propria impresa?

Ecco 10 consigli:

  1. Utilizza bene i tuoi affidamenti, non andare MAI fuori fido;
  2. Utilizza i fidi al massimo al 70%;
  3. Paga le rate con puntualità, anche un solo giorno di ritardo ha effetti devastanti;
  4. Paga i tuoi fornitori, con particolare attenzione alle scadenze delle ricevute bancarie;
  5. Una percentuale di insoluti tollerabile è del 10%, meglio ovviamente fosse vicina allo zero;
  6. Utilizza meno possibile i fidi di cassa;
  7. Fai lavorare tutte le banche;
  8. Paga gli f24;
  9. Parla con la banca, aggiornala, anticipa eventuali problemi, dialoga con lei;
  10. Tieni sempre sotto controllo il DSCR.

 

Studio Fagi: più credito alla tua impresa

Riassumendo, il modo migliore per chiedere un prestito d’impresa ad una banca è conoscerla.

Sapere quali sono i fattori che più vengono presi in considerazione e come contattarla.

Studio Fagi da oltre 15 anni aiuta le imprese italiane (startup e non) a raccogliere finanziamenti bancari.

Avrai al tuo fianco un supporto professionale nel:

  • identificare l’istituto bancario più adatto alle tue esigenze;
  • raccogliere tutti i documenti da consegnare alla banca;
  • trattare i termini del contratto.

Ma non solo, Studio Fagi, ti permetterà di accedere anche al Fondo di Garanzia del Medio Credito Centrale che garantisce alla banca l’80% del prestito nel caso di fallimento.

Se vuoi approfondire tutti questi argomenti, spesso insidiosi e poco chiari, ti consigliamo di entrare in contatto con Davide Fassina, fondatore di Studio Fagi.

A presto,

Alessio e Giulia

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

close

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca

search