Le strategie di marketing essenziali per le startup nel 2020

 In Digital marketing
marketing per startup

Hai appena lanciato una startup?  In tutti i settori il marketing svolge un ruolo essenziale nel successo o meno di una azienda. Una buona sponsorizzata può portare ad un tasso di conversione altissimo, mentre l’assenza dai social può produrre effetti indesiderati. Andiamo dunque a vedere quali sono le strategie di marketing essenziali per le startup nel 2020.

 

SEO

È probabilmente un mantra che avrete sentito milioni di volte, ma è davvero essenziale ottimizzare il sito web per i motori di ricerca. Investire in attività SEO professionali significa risultati affidabili e la probabilità che il vostro sito finisca nella prima o nella seconda pagina dei risultati del motore di ricerca. Nel 2020 è inoltre importante ottimizzare il sito per una ricerca rapida e istantanea, adattando i contenuti anche ai nuovi snippet di Google, adatti ad una ricerca vocale e attraverso gli assistenti come Alexa.

 

Contenuti video e podcast

Oltre alla SEO, è necessario anche pubblicare altri tipi di  contenuti di qualità.

I video sono ancora un trend in crescita e consentono di coinvolgere l’utente, mentre i podcast, seppure ancora piccoli in termini di utilizzo, sono una delle nuove frontiere del marketing e anche le startup possono iniziare ad utilizzarli a proprio vantaggio.

 

Email marketing

L’email è ormai uno strumento vecchio, è vero, ma è ancora efficace. Pianificate newsletter con contenuti di qualità, richiedete sempre il consenso all’utilizzo dei dati e non bombardate continuamente di email i potenziali clienti. La privacy è sempre più importante per gli utenti, tant’è che si utilizzano strumenti di sicurezza come le VPN per sfuggire a targhettizzazioni e violazioni della propria privacy: non siate dunque invadenti e puntate tutto sulla qualità e sull’effettivo interesse mostrato dai clienti.

 

Digital PR

Una corretta strategia di Digital PR per startup consente di posizionarsi costantemente sulle testate giornalistiche (sia online che cartacee). Questo può aiutare sia a diffondere il proprio nome e quindi a lavorare sulla brand awareness, sia ad aumentare la reputazione della propria startup.

Per questo aspetto noi ti consigliamo l’agenzia Digital PR Pro, che ha già supportato con successo varie startup della nostra community (e che ci offre anche uno sconto esclusivo!).

Attenzione però, un prodotto scadente non ti salverà dalle recensioni negative: assicurati che il tuo prodotto sia pronto a ricevere visibilità mediatica.

 

Personal branding del fondatore

La tendenza degli ultimi mesi, soprattutto per le piccole aziende e startup, è quella di personalizzare il più possibile l’aspetto pubblico dell’attività, diventando sempre più concentrato sulle persone e su quello che fanno. In questo modo i potenziali clienti potranno entrare in contatto ed identificarsi con voi, raggiungendo un nuovo livello di interesse e fiducia.

 

Social media marketing e advertising

I social media rimangono ancora fondamentali per il marketing di un’azienda. Scegliete però con cura i social in cui volete apparire, non buttatevi semplicemente nella mischia per utilizzare tutti i social possibili. E anche in questo caso puntate sulla qualità e sulla pianificazione dei contenuti!

LinkedIn è attualmente il social network più performante organicamente, mentre in termini di advertising, Facebook e Instagram hanno sicuramente la reach maggiore e la migliore possibilità di targettizzazione.

Attenzione anche a Tik Tok, in forte crescita. Non è adatto ad ogni startup, ma per le startup B2C e che si rivolgono ai giovani, potrebbe essere un nuovo canale da sperimentare.

 

Brand ambassador e micro-influencer

Il passaparola, il consiglio per gli acquisti, le testimonianze di chi ha già provato il prodotto: le persone ascoltano e tendono a fidarsi di chi racconta la propria esperienza. Non è necessario investire in grandi marchi o famosi influencer che sponsorizzino il vostro prodotto: per far colpo a livello locale potete scegliere tra i vostri primi clienti dei brand ambassador, e micro-influencer, ovvero delle persone che hanno molto seguito in una determinata area geografica o di interesse.

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca